Malassorbimento intestinale e vitamina D


Intervista al Dr. Marco Astegiano, Dirigente Medico SC Gastroenterologia ed Epatologia, AO Città della Salute e della Scienza, Torino, realizzata in occasione del Congresso “La vitamina D: un ormone dotato di azioni pleiotropiche”, svoltosi a Torino il 26 settembre 2012.

Le patologie che limitano l’assorbimento intestinale di vitamina D e che causano ipovitaminosi D sono la malattia di Crohn, la rettocolite ulcerosa e la malattia celiaca. Nella celiachia, se il paziente non assume assolutamente glutine il malassorbimento di vitamina D si può correggere, ma nelle altre due patologie è invece necessario supplementare i pazienti con vitamina D in quanto oltre al malassorbimento si ha una continua situazione di infiammazione a livello intestinale. È importante osservare che la maggior parte di questi pazienti assume cortisone che, come è noto, contribuisce a ridurre l’assorbimento di vitamina D. Pertanto, molto spesso, il primo campanello d’allarme di queste malattie è proprio un problema a livello scheletrico e una diagnosi accurata diviene a dir poco fondamentale.


Quando correggere il deficit di vitamina D e quali dosaggi utilizzare

Quando correggere il deficit di vitamina D e quali dosaggi utilizzare

Intervista alla Prof.ssa Barbara Obermayer-Pietsch, Department of Internal Medicine – Division of Endocrinology an ...

Quali sono i test per conoscere i livelli di vitamina D?

Quali sono i test per conoscere i livelli di vitamina D?

Intervista al Prof. Mario Plebani, UOC Medicina di Laboratorio, AOU Padova ...

Azioni della vitamina D sull’osso, cosa bisogna sapere?

Azioni della vitamina D sull’osso, cosa bisogna sapere?

Intervista al Prof. Roger Bouillon, Clinic and laboratory of experimental medicine and endocrinology, KULeuven, Leuven 3 ...

Ruolo della Vitamina D in medicina interna

Ruolo della Vitamina D in medicina interna

Intervista al Prof. Ranuccio Nuti, Ordinario di Medicina Interna, Università degli Studi di Siena. ...